Artribune | Capitale del Writing, anche trent’anni dopo…

È un progetto curatoriale che intende mostrare quanto la disciplina del Writing e il panorama della Street Art siano stati e continuino ad essere importanti e pionieristici per lo sviluppo della scena artistica internazionale, sottolineando il ruolo di Bologna come centro di produzione e di riflessione. Nel 1984 com’è noto proprio a Bologna si tenne, presso l’allora Galleria Civica d’Arte Moderna, la mostra Arte di frontiera. New York Graffiti, alla quale parteciparono i protagonisti della Old School of New York tra cui Kenny Scharf, Keith Haring, Crash, John Ahearn, Toxic, Jean-Michel Basquiat.
Rinverdire questo precedente è l’obbiettivo di Frontier – La linea dello stile, progetto strutturato come una piattaforma aperta e in evoluzione, basata su due fasi operative complementari: una dedicata alla valorizzazione artistica del Writing e della Street Art attraverso la realizzazione di tredici opere murali di dimensione monumentale (Bologna, giugno/luglio 2012) e una dedicata all’approfondimento teorico e critico delle due discipline (Bologna, gennaio 2013)…

continua a leggere

Leave a Reply