HONET

[Parigi, Francia – 1972]

Honet ha iniziato a dipingere, e nello specifico a fare Writing nel 1988, su alcuni muri lungo i binari dei treni e della metropolitana parigina. A partire dal 1990, l’estrema sperimentazione affidata non più solo alla lettera bensì anche alla figura, lo ha condotto da Londra a Bucarest, da Helsinki ad Atene, da Mosca a Pechino e Tokyo, allargando la propria ricerca visiva a tematiche più care al generalissimo universo della Street Art e facendolo riconoscere come uno dei padri fondatori di tale disciplina in Europa. Lavorare nel mondo del segno, lettera o icona che sia, per Honet significa svolgere un azione, un atto performativo a tutti gli effetti, in cui il risultato è solo una delle componenti dell’intenzione stilistica dell’autore. Ha all’attivo collaborazioni con Converse, Ateliers Ruby, Prada, Louis Vuitton. Dipingere per Honet significa addentrarsi ogni volta in una nuova simbologia visiva in cui i messaggi contenuti possono essere diversi e controversi.

Honet began painting, and specifically to make Writing in 1988, on some walls along the train tracks and the Paris metro. Since 1990, the great experiment entrusted not only the letter but also to the figure, has taken him from London to Bucharest, from Helsinki to Athens, from Moscow to Beijing and Tokyo, expanding its research in visual themes dearest to Street Art in chief of the universe and making it recognized as one of the founding fathers of this discipline in Europe. Working in the sign, letter or icon that is, Honet means to play an action, a performative act in effect, in which the result is only one of the stylistic components of the intention of the author. He has had collaborations with Converse, Ateliers Ruby, Prada, Louis Vuitton. Painting for Honet is to enter each time a new visual symbolism in which the messages may be different and controversial.

www.aventuresextraordinaires

Leave a Reply