PUNTO ZERO pensieri per una ricostruzione | SAIE | 18 – 21 ottobre 2012

Anche quest’anno l’Ordine degli Architetti di Bologna ha un proprio stand al SAIE – Pad. 25 B105 – dal titolo “PUNTO ZERO pensieri per una ricostruzione“, che prende spunto dai recenti eventi sismici per una riflessione più vasta sui temi legati alla ricostruzione che non soltanto fisica dei luoghi colpiti, ma anche di rapporti, di coesione sociale, di appartenenza, in una parola, di identità. Questo spazio è stato concepito come un luogo interiore, dove ognuno, indipendentemente dal proprio ruolo, possa fermarsi un momento a riflettere su quello che è stato e quello che potrà essere e, se vorrà, dare un proprio contributo. Non si sono volute indicare soluzioni perchè queste possano scaturire soltanto attraverso una riflessione collettiva, un percorso inclusivo di integrazione tra le diverse discipline senza lasciare indietro nessun contributo.

Frontier – La linea dello stile collabora attivamente con l’Ordine attraverso un progetto di Dado per le pareti dello stand. L’artista ha rielaborato alcune parole chiave illustrandole e rappresentando alcuni concetti fondamentali su cui concentrare l’attenzione; una parte del muro è stata lasciata nera, come una lavagna,  e insieme ai tavoli bianchi costituiscono una sorta di quaderno su cui scrivere e far conoscere le proprie riflessioni, i propri messaggi.
All’interno sono esposte alcune fotografie di Oscar Ferrari, Silvia Morara, Sergio Pesci e Gianni Schicchi, mentre l’ambientazione sonora è stata curata da Vivian – Camere Sonore.

 

info
www.archibo.it
www.saie.bolognafiere.it

Leave a Reply