Trekking Urbano | 27 e 28 ottobre 2012

A Bologna e dintorni sabato 27 e domenica 28 ottobre c’è il Trekking Urbano. Potete scegliere tra più di sessanta percorsi, tutti guidati da esperti e tutti gratuiti.
“Bologna non è solo una città da vivere da seduti e mangiando visto che si mangia ottimamente ma è una città bellissima con molte cose da vedere per i turisti”
Seguiamo questo consiglio di Martina Grimaldi – campionessa di nuoto di fondo, medaglia di bronzo Olimpiadi 2012-, bolognese che ama la propria città e eccezionale testimonial delle due giornate di Trekking Urbano 2012 nel capoluogo emiliano.
Martina è una di noi anche se già un po’ speciale e proprio per questo ci riconduce pienamente al tema conduttore di questa edizione “Storie comuni di uomini e donne non comuni” che potrete scoprire in tanti curiosi e innovativi percorsi nel corso delle due giornate, una in più rispetto alla manifestazione nazionale indetta per sabato 27, alla quale il Comune di Bologna aderisce con l’organizzazione curata dal Settore Turismo.
Novità intriganti e misteriose, uno sguardo insolito all’urbanistica e alle espressioni artistiche emergenti, ma anche conferme di successo: tutti i dettagli nel programma che quest’anno tra l’altro include anche quattro percorsi esclusivamente in lingua inglese e due in spagnolo nonché percorsi dedicati a bambini e famiglie.
Trekking Urbano, turismo sostenibile e vagabonding con percorsi da un minimo di circa un’ora fino a un massimo di 6 ore, quasi tutti in città ma alcuni anche nell’Appennino e in Comuni della pianura.

Writing e Street Art: l’incontro con i luoghi
A cura di Urban Center Bologna, Camere Sonore e Associazione All Write

Il progetto Frontier ha affidato 13 muri a 13 artisti che, dagli anni ‘70 a oggi, hanno contribuito a dare vita con i loro differenti stili a due movimenti artistici fra i più importanti nel panorama dell’arte e della cultura urbana contemporanea: il Writing e la Street Art. Producendo opere monumentali nella periferia bolognese, Hitnes, M-City, Does, Honet, Etnik, Dado, Eron, Jois, Cuoghi Corsello, Rusty, Daim, Andreco e Phase II hanno influenzato e investito il panorama urbano di una nuova frontiera culturale. Il percorso è un’occasione di analisi, di visione e di ricerca anche del rapporto fra l’attuale produzione di Writing e Street Art e le varie epoche di edilizia popolare del ‘900. Bologna ne esce come centro di produzione artistica e di riflessione architettonica e urbanistica.

Luogo di ritrovo via del Lavoro angolo via San Donato
Partenza ore 10.30
Durata 4 km / 3 ore

Non mancate di visitare la pagina Facebook dedicata all’evento e di seguire @TrekkingBo su Twitter.

info
www.bolognawelcome.com/Trekkingurbano

Leave a Reply