JOYS

[Padova – 1974]

Joys inizia la sua carriera negli anni Novanta e, come molti writer, dalla scrittura del proprio nome sul muro passa ad una profonda indagine sul Lettering, che da esigenza esistenziale diviene necessità di evoluzione. Velocemente espande il suo ambito di lavoro alla tridimensionalità delle forme e alla materialità dei supporti: le sue opere valicano la soglia della bidimensionalità appropriandosi di un volume. La ricerca di Joys è inedita e unica grazie al suo maniacale studio della lettera: le forme si stratificano e si arricchiscono di livelli e linee che compongono labirinti impossibili.
Joys ha all’attivo numerose mostre presso musei e gallerie nazionali e internazionali e partecipa da anni ai più importanti festival di Writing e Street Art.

Joys began his career in the nineties and, like many writers, write your name on the wall passes a thorough investigation of the lettering, that need becomes an existential need for evolution. Rapidly expands its scope of work of the three-dimensional shapes and the materiality of media: his works straddle the threshold of two-dimensionality of appropriating a volume. The Joys research is unpublished and only thanks to his obsessive study of letter forms are layered and enriched levels and lines that make impossible mazes. Joys has participated in numerous exhibitions in museums and galleries and participates in national and international for years the most important festival of Writing and Street Art.

www.joys.it

 

Leave a Reply